Turismo

Il turismo, soprattutto quello estivo, sarà uno dei capisaldi della ripartenza dell’Italia: ma perché questa si avveri fino in fondo la strada da seguire passa dal coinvolgimento non solo delle bellezze più conosciute, ma anche di quel patrimonio che ha storicamente faticato a essere valorizzato. Questa la missione con cui l’associazione TerritOri, in collaborazione con Confcommercio e Bologna Welcome, ha presentato le iniziative turistiche per l’estate in Emilia-Romagna, cui prenderanno parte due guide d’eccezione: Giorgio Morandi e Giorgio Vasari.

A loro sono infatti intitolati i due itinerari creati da TerritOri: al pittore bolognese è stato intitolato quello relativo all’area appenninica, allo storiografo aretino quello sul capoluogo. Un ruolo di primo piano nell’organizzazione degli itinerari spetta anche al Comune di Grizzana Morandi, per la promozione del patrimonio (la casa del pittore, il museo dei suoi allievi, Rocchetta Mattei) portata avanti anche grazie al contributo di un comitato di esperti d’arte. Sul fronte Bologna si punterà invece su un approfondimento di carattere storiografico sulle singole opere e sugli artisti che vi hanno soggiornato. Per entrambi i progetti il calendario sarà stilato i prossimi giorni, ma da Grizzana sembra sia già tutto pronto per l’organizzazione di due mostre: una su Morandi e una su Dino Boschi, suo allievo e fotografo.

Il rilancio del patrimonio passerà non solo da un’accurata attività promozionale, ma anche dalla valorizzazione di aspetti paralleli come trasporti e cultura del luogo, specialmente quella legata all’ambito gastronomico. «Il nostro obiettivo è convincere i turisti a prolungare anche solo di un giorno o due la loro permanenza», sottolinea il fondatore di TerritOri Giorgio Mingardi. Il direttore di Confcommercio Giancarlo Tonelli non ha invece dubbi sul fatto che «questo progetto verrà sposato pienamente sia da chi abita nella Città metropolitana sia da chi viene da fuori. È davvero un bene che l’Appennino stia valorizzando non solo il suo carattere paesaggistico ma anche quello artistico». Per Confcommercio questa è la seconda iniziativa che coinvolge area appenninica e turismo estivo, dopo l’attuazione nelle scorse settimane di dodici itinerari gratuiti tra giugno e agosto. L’abolizione del coprifuoco nei prossimi giorni e l’arretramento del virus in Italia renderanno possibile un’organizzazione sicura del progetto: «La situazione è più sicura e le prime prenotazioni sono già arrivate», evidenzia il presidente di Bologna Welcome, Giovanni Trombetti.

 

In foto da sinistra: Giulio Biasion (segretario generale TerritOri), Giorgio Mingardi, Giancarlo Tonelli e Giovanni Trombetti