Nera

Perde al gioco e racconta alla fidanzata di essere stato sequestrato da una banda di criminali e di aver dovuto pagare un riscatto. Cosa non si fa per nascondere un vizio come il gioco e per evitare poi la sfuriata, del tutto comprensibile, della ragazza. Giocando alle slot machine, infatti, un giovane italiano sulla ventina ha perso 500 euro. Una cifra considerevole vista anche la giovane età. Preso dal panico e per evitare le conseguenze del suo sbaglio ha deciso di sparire: di non andare al lavoro e di evitare la fidanzata. La fidanzata si è spaventata e si è rivolta alle forze dell'ordine per chiedere aiuto. La versione dell’uomo, però, non ha convinto le autorità: hanno così deciso di indagare a fondo sulla questione e cercare di risalire alla «banda di criminali che, secondo le dichiarazione rilasciate dal giovane, nella giornata di lunedì scorso lo avevano sequestrato, impedendogli di andare al lavoro e rilasciandolo in serata dopo il pagamento di un riscatto di 500 euro», raccontano le autorità. Soldi che il ragazzo, stando al suo racconto, «era stato costretto a prelevare da uno sportello bancomat».

Una volta uniti i puntini del puzzle, però, i carabinieri hanno capito che si trattava di una messa in scena ed è scattata la denuncia per simulazione di reato.

 

***

 

Un carico da oltre quindici kg di marijuana: è questo il pacco significativo di droga che i carabinieri del nucleo investigativo hanno sequestrato.

È stato questo il risultato di un’importante operazione antidroga finalizzata a smantellare il traffico di sostanze stupefacenti provenienti dall’estero e destinate al mercato locale.
Il carico di marijuana è stato bloccato nel punto di raccolta di una società specializzata nel trasporto di pacchi e spedizioni internazionali.

Il prodotto sequestrato dai carabinieri sarà analizzato per verificare la percentuale di principio attivo presente nei quattordici sacchettini contenenti 1.150 grammi ciascuno e che si trovavano all’interno di uno scatolone destinato in una via del Quartiere Saragozza. I militari hanno avviato le indagini contro ignoti.