Dati e Media

Fornire un'informazione obiettiva e trasparente, sapendosi mantenere imparziali e in equilibrio tra le parti politiche in modo da poter rappresentare al meglio tutto il panorama partitico degli organi regionali. Questo secondo gli ospiti intervenuti il compito dell'ufficio stampa di un'istituzione politica come la Regione Emilia-Romagna, che oggi apre virtualmente le sue porte ai ragazzi e alle ragazze del master di Giornalismo dell’Alma Mater. L’Assemblea legislativa, come ha sottolineato il direttore del Master Fulvio Cammarano «è il cuore pulsante della politica regionale, ed è auspicabile per tutti i cittadini che funzioni al meglio, a maggior ragione che i futuri giornalisti ne comprendano il funzionamento. Soprattutto in questo periodo di crisi e pandemia, in cui sono emersi alcuni aspetti problematici del rapporto tra Stato e Regioni».

 

A fargli eco la presidentessa dell’Assemblea legislativa Emma Petitti : «In questo periodo è fondamentale che le istituzioni forniscano un’informazione quanto più obiettiva e trasparente, usando i diversi canali di comunicazione innovativi degli ultimi anni. Soprattutto – aggiunge – mettendo al centro le strategie di ripresa che le istituzioni vogliono mettere in campo per il post Covid». Una sfida che comunque, l'organo regionale è riuscito a superare anche riconvertendosi a forme di comunicazione innovative: dirette streaming, su atti amministrativi mirati e leggi “provvedimento” immediate e urgenti a sostegno ai settori colpiti dalla pandemia. Lo stesso ufficio stampa dell’Assemblea si è dotato di format innovativi: alla rassegna stampa in diretta “LeNove” a podcast, dagli hashtag ad hoc per includere i consiglieri nella campagna #restoacasa alla maratona social in memoria della strage del 2 agosto. Rivolgendosi agli studenti, Emma Petitti ha rimarcato come «la vostra esperienza in questi giorni di rapporti con l’ufficio stampa sia fondamentale, anche per arginare il fenomeno delle fake news che purtroppo è stato molto presente in questa emergenza».

 

Infatti, come ha sottolineato il direttore di InCronaca Giampiero Moscato «i giornalisti sono gli “storici dell’istante”, come diceva Albert Camus. Un'omissione o una citazione errata determinano un errore all’inizio. Per questo è necessario dare un’informazione il più corretta possibile, tenendo presente che il lavoro della cronaca è un “work in progress”. Ciò che è vero ora potrebbe essere smentito a breve; l'importante è cercare di conoscere e divulgare ciò che si viene a sapere, minuto per minuto». Per questo fondamentale, come spiega Mauro Sarti direttore dell’ufficio stampa dell’Assemblea legislativa, è il lavoro degli organismi di informazione delle istituzioni: «Producendo contenuti come comunicati video e simili, agevoliamo il lavoro dei giornalisti, che in questo periodo avrebbero difficoltà ad accedere direttamente alle informazioni ». Un lavoro che ammette essere «non semplice. Certo ognuno ha le sue opinioni politiche, il nostro obiettivo però resta impegnarsi e lavorare per rappresentare tutta l’Assemblea legislativa».