governo

Giornata intensa per Mario Draghi che oggi ha tenuto il discorso programmatico del suo governo al Senato. Le priorità sono "il lavoro, superare la crisi economica e lo sviluppo sostenibile". Mentre in queste ore a Palazzo Madama è in corso la discussione per la fiducia al nuovo Governo, i social impazzano di messaggi di politici che non possono fare a meno di dire la loro nelle gradi piazze online quali sono Facebook e Twitter. Sempre di più, infatti, ci si affida ai social per la politica, come ha fatto Paola Boldrini, senatrice del Pd e vice presidente Commissione igiene e sanità: «Un discorso, quello di Mario Draghi qui in Senato, che richiama noi tutti al dovere, alla responsabilità individuale. Draghi ha scandito le tappe con cui l'Italia può tornare a crescere. Ha focalizzato le strade da intraprendere per farlo: riforme durature; valorizzazione degli istituti tecnici superiori, perché il mondo del lavoro richiede figure specializzate; diffusione e potenziamento della medicina territoriale e della telemedicina, che oggi consentono di 'curare' a casa».

Anche Anna Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato, si unisce alle lodi: «Ho voluto complimentarmi di persona con Mario Draghi per il suo discorso pragmatico e di altissimo spessore. Sapere che la mia battaglia a favore dei giovani e per il primato del merito è anche una priorità del nascente governo mi conforta. Abbiamo il dovere di agire presto e bene perché i nostri giovani “vogliono un paese capace di realizzare i loro sogni”. Grazie Presidente, noi di Forza Italia le garantiremo il massimo sostegno, a partire dal voto di stasera».

Graziano Delrio, presidente del gruppo Pd alla Camera dei Deputati, scrive: «Un discorso di alto livello dove si incontrano concretezza e visione. Quello di Draghi sarà il governo della responsabilità, di chi vuole uscire dall’emergenza con le riforme, a partire da quella fiscale e della transizione ecologica. Un discorso ambizioso di chi vuole assicurare un futuro alle prossime generazioni per recuperare ingiustizie e disuguaglianze. Un impegno preciso e operativo per il piano vaccini. Una vocazione altamente europeista, ma soprattutto mediterranea».

Anche la Lega applaude a Draghi con Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, che riporta un tweet di Matteo Salvini: «Ottimo punto di partenza, nel nome di efficienza, trasparenza e cambiamento. La lega c’è! #Draghi». E ancora Daniele Manca, senatore appartenente ai democratici, è d’accordo con il coro di consensi in rete che si è alzato per l’ex presidente della Banca centrale europea: «Quello di Draghi - come emerge dall’intervento per la fiducia al Senato - sarà il governo della responsabilità, di chi vuole uscire dall’emergenza con le riforme, a partire da quella fiscale e della transizione ecologica».

 

 

Foto, fonte: Vatican News