giornalismo

Una formula diversa rispetto agli anni precedenti, ma il festival di Internazionale a Ferrara ci sarà. Nelle scorse edizioni la rivista aveva concentrato gli appuntamenti in un solo fine settimana del mese di ottobre. La nuova edizione, invece, è diluita nel tempo: un weekend al mese da ottobre a maggio 2021. Si comincia venerdì 2 alle 16,30 e si termina domenica 4 (ultimo evento alle 19). Tutti gli incontri si svolgono nel centro storico e sono coinvolti i teatri (il Comunale, l’ex Verdi e il Nuovo), il cinema Boldini, i bar e circoli come il Caffè Leon d’Oro e l’Arci Bolognesi, la Sala della Musica, la biblioteca Casa Niccolini e il Padiglione di arte contemporanea. Gli eventi sono a prenotazione obbligatoria (massimo due posti per ogni singola richiesta) e, per accedere, è obbligatoria la compilazione di un modulo di autodichiarazione.

Nel palinsesto i temi cari alla rivista: il giornalismo in pericolo, le lotte per la democrazia, l’attenzione alle disuguaglianze, la questione ambientale, il femminismo, le migrazioni e le battaglie per i diritti delle minoranze. Tra gli eventi da segnalare, “Vite che contano”: sabato, alle 14, al Teatro Comunale. La scrittrice Claudia Durastanti modera un dibattito su razzismo, antirazzismo, memoria storica e sul movimento Black lives matter in Italia e in Europa. Partecipano le scrittrici e giornaliste Djarah Kan, Oiza QueensDay Obasuyi ed Espérance Hakuzwimana Ripanti (il loro programma “Non me nero accorta” è molto seguito sui social), lo scrittore Abdourahman Wabery e il giornalista del Guardian Gary Younge e, in collegamento streaming, Assa Traoré, attivista francese e sorella di Adama Traoré, morto nel 2016 dopo un controllo di polizia. All’ex Teatro verdi, domenica alle 14.30, “Rebibbia calling”: un dialogo tra Zerocalcare e il direttore di Internazionale Giovanni De Mauro sulla creazione di storie dalla periferia romana al Kurdistan. 

Anche in questa edizione non mancano i workshop: l’unico previsto in questo fine settimana (sabato e domenica mattina dalle 10 alle 13) è quello del fumettista romano. Nel laboratorio “Reportage a fumetti”, per un massimo di 35 persone, si indagano gli strumenti per scrivere un fumetto a partire da un fatto, da una testimonianza o da un’intervista. L’inserto dedicato ai più piccoli “Internazionale Kids” festeggia con la redazione il primo anno di vita sabato, alle 16, negli spazi della biblioteca Casa Niccolini.

 

(Foto dal sito di Internazionale)