L'evento

Torna StraBologna, la camminata ludico-motoria non competitiva organizzata da Uisp Bologna per promuovere ideali quali il benessere, il gioco di squadra, l’inclusione sociale e il divertimento. L’evento, giunto alla 41esima edizione, si terrà il 17 maggio alle 10:30 e partirà in via Rizzoli: obiettivo è superare il record di 22mila adesioni dello scorso anno. A StraBologna parteciperanno non solo atleti professionisti, ma persone di tutte le età e perfino cani. I biglietti sono già disponibili sul sito strabologna.it e il costo è 10 euro per gli adulti (aumenterà a 12 a partire dal 15 marzo), 5 per i bambini sotto i 12 anni e per i quattro zampe; a questi ultimi sarà fornito un pacco gara specifico contenente prodotti utili a favorirne il benessere. Parte del ricavato sarà devoluto al fondo “Oplà! Lo sport è inclusione”, costituito da Uisp Bologna e Sportfund Fondazione per lo sport, allo scopo di favorire la pratica agonistica per i ragazzi disabili. 

Si è tenuta alla redazione del Resto del Carlino la presentazione della nuova maglia: il colore scelto per il 2020 è il giallo evidenziatore. Testimonial dell’evento il nuotatore Marco Orsi, 29 anni, nel palmares otto ori europei, tre argenti e due bronzi ai Mondiali e una partecipazione alle Olimpiadi di Londra 2012 (nella batteria 4x100 stile libero, in cui l’Italia chiuse settima). Ma a StraBologna non ci sarà: «Purtroppo i miei impegni agonistici non mi consentono di partecipare – spiega Orsi – ma in futuro è un’ipotesi concreta. Per adesso sono interamente concentrato alle qualificazioni alle Olimpiadi di Tokyo (in programma a luglio, ndr): sarà dura, ma ci proveremo». Nonostante l’assenza, Orsi ha parole di grande elogio per la manifestazione, in particolare per il coinvolgimento dei bambini «affinché imparino fin da subito a interpretare lo sport come un divertimento». Gli fa eco Nicola Fornasari, responsabile del comitato organizzatore della manifestazione: «In eventi come questo il piano della performance passa in secondo piano rispetto al benessere collettivo, soprattutto per i più piccoli: per stimolare ulteriormente il desiderio di partecipazione abbiamo stipulato altre sei convenzioni con scuole primarie (che passano così da 25 a 31, ndr) in città e in provincia». Uno dei potenziali ‘nemici’ di StraBologna potrebbe essere il meteo, ma Fornasari ricorda il precedente del 2018 quando «nonostante la giornata piovosa parteciparono circa 15mila persone, a dimostrare ancora una volta quanto siano forti l’entusiasmo e il legame tra questa manifestazione e la città». Alla presentazione della maglia hanno partecipato anche i vertici di Uisp e rappresentanti di Confartigianato e Coop, sponsor della manifestazione.

 

 

Nella foto da sinistra a destra: Beppe Boni (Resto del Carlino), Franco Caniato (Resto del Carlino), Paola Paltretti (Uisp), Gino Santi (Uisp), Marco Orsi, Nicola Fornasari (in basso), Annabella Saracino (Confartigianato imprese Bologna metropolitana), Roberta Ballotta (area sociale vasta Bologna est – Coop alleanza 3.0), Luca Baldassarre (Uisp)