urbanistica

La priorità del Comune è la sicurezza dei negozi, ma anche l’occhio vuole la sua parte. Così, a giorni, sarà indetto un bando da 250mila euro per le attività commerciali fuori dal centro storico, pensato sia per far sentire più sicuri gli esercenti che per abbellire i locali. Soldi che si aggiungono ai 140mila euro già stanziati per il restyling dei mercati di via Albani, delle Erbe e della Cirenaica.

Due progetti partiti a fine 2018, ma che si prolungheranno per gran parte del prossimo anno. Per questo, il budget per il 2019 «non sarà cospicuo, ma lavoreremo sull’assestato, i soldi rimasti in cassa da questo bilancio», commenta l’assessore alla Sicurezza e al Commercio, Alberto Aitini, durante la presentazione dell’esercizio 2019-2021 per l’area economia-lavoro. L’obiettivo per il prossimo anno sarà «finanziare le botteghe storiche della città. Oggi la Sovrintendenza ne riconosce una trentina, ma vogliamo allargare la platea, abbassando gli anni richiesti per avere questo status». Avrà una nuova vita anche il centro commerciale Pilastro: «È un luogo centrale per tutto il quartiere, quindi verranno fatti lavori di restyling molto importanti», assicura l’assessore rispondendo ad una sollecitazione della consigliera comunale Pd Isabella Angiuli.

Novità poi per il giardino San Leonardo della zona universitaria: in arrivo 300mila euro per metterlo in sicurezza durante le ore notturne e alzare la recinzione, «ora come ora bassa e facile da scavalcare», segnala l’assessore. Il primo di una serie di interventi sulle aree verdi della città. «Stiamo studiando il bando per un nuovo chiosco nel giardino Fava, ma anche per un sistema di videosorveglianza - sottolinea Aitini -. Il parco è molto frequentato, ma la chiusura del vecchio chiosco ha portato una situazione di degrado in tutta la zona». Altri 500mila euro arriveranno poi per la manutenzione dei giochi nel parco, 200.000 euro per il rinnovo delle alberature e quasi un milione per la realizzazione di due parchi collinari, in via Baroni e Villari. «Vogliamo aumentare le risorse per la manutenzione del verde, ne ho già parlato con il sindaco Virginio Merola - aggiunge l’assessore -. Stiamo lavorando bene, ma dobbiamo fare un ulteriore salto di qualità perché la manutenzione diventi fiore all’occhiello della città».